La casula di San Marco Papa

Legata alla venerazione di S. Marco Papa, è la casula che per tradizione si dice a lui appartenuta, come risulta da una scritta internamente rinvenuta (“Casula S. Marci ex costanti traditione”),  ma dal rilievo grafico sembra non anteriore al VII° secolo. La casula a campana, di tessuto serico rosso-scuro, di altezza di cm. 146 decorata da una serie di medaglioni con motivi zoomorfi, è completata da un bordo decorativo con medaglioni raffiguranti soggetti femminili. All’interno si ravvisano le stesse decorazioni incise ed elementi di rinforzo nei punti di maggiore usura. A detta del Dott. F. Mancinelli (Rendiconti dell’Acc. Pont. Romana di Arch. – 1974-74) dopo molti confronti e per molteplici analogie, la stoffa di questa Casula fu tessuta probabilmente in Iran o a Bisanzio, dove esistevano laboratori in grado di eseguire lavori simili su stoffe derivate da prototipi sassanidi. Forse dalla Siria proviene la stoffa del bordo e della croce. Incerta la datazione e la provenienza che si può collocare fra la fine dell’VII° e l’inizio del IX° secolo.